Le sei influenze dello Spirito Santo

Isaia 11

2 Lo Spirito dell'Eterno riposerà su lui: spirito di sapienza e d'intelligenza, spirito di consiglio e di potenza, spirito di conoscenza e di timore dell'Eterno.

Se permetterai allo spirito Santo d’influenzare la tua vita, vivrai questi sei meravigliosi ingredienti soprannaturali.

  • Sapienza

1 Corinzi 2

10 Dio però le ha rivelate a noi per mezzo del suo Spirito, perché lo Spirito investiga ogni cosa, anche le profondità di Dio.


Uno dei risultati del coltivare la nostra intimità con lo Spirito santo è la sapienza, ovvero la capacità di fare le giuste scelte, attingendo a risorse e informazioni che già si posseggono.

  • Intelletto

Salmo 119

125 Io sono tuo servo; dammi intelletto, affinché possa conoscere i tuoi precetti.

L’intelletto secondo la scrittura è la capacità soprannaturale di comprendere realtà naturali, tra le quali anche i versi della Bibbia, indipendentemente dal proprio grado culturale.


  • Consiglio \ Avviso Geremia 23

22 Ma se avessero assistito al mio consiglio, allora avrebbero fatto udire le mie parole al mio popolo, e così li avrebbero fatti allontanare dalla loro cattiva via e dalla malvagità delle loro azioni.

La comunione con lo Spirito Santo rivelerà al nostro cuore ciò che potrebbe fare del male alla nostra vita, anche quando questo non è così evidente.

  • Forza

Michea 3

8 Io invece sono ripieno di forza dello Spirito dell’Eterno.

Uno dei termini biblici per forza o potenza è dall’ebraico gibbor che corrisponde anche al termine campione, eroe, guerriero e conquistatore. Perciò quando diamo allo Spirito Santo la possibilità di crescere nella nostra vita, ci ricarichiamo di tutta la forza mentale, spirituale e fisica necessaria per vincere ogni battaglia della vita.


  • Conoscenza Giovanni 16

13 Ma quando verrà lui, lo Spirito di verità, egli vi guiderà in ogni verità, perché non parlerà da se stesso, ma dirà tutte le cose che ha udito e vi annunzierà le cose a venire.

Lo Spirito Santo permetterà alla voce di Dio di rispondere ad ogni quesito del nostro cuore.

  • Timore

Ebrei 12

28 Perciò, ricevendo il regno che non può essere scosso, mostriamo gratitudine, mediante la quale serviamo Dio in modo accettevole, con riverenza e timore, 29 perché il nostro Dio è anche un fuoco consumante

In ebraico i termini riverenza e timore sono la stessa parola, addirittura alcune volte tradotta anche con il termine paura. Il concetto è quindi che lo Spirito Santo c’insegnerà come approcciare alle cose di Dio in maniera umile e santo, affinché Dio non sia costretto ad abbassarci. L’integrità, la santità rispetto al peccato, il rispetto e l’umiltà sono tutti atteggiamenti che l’uomo naturale fatica ad assumere ma che sono fondamentali per essere usati da Dio nell’edificazione della Sua chiesa e nell’evangelizzazione del mondo.


Dio sta cercando una chiesa umile affinché la possa innalzare e integra affinché la possa utilizzare.


15 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Dio è buono

ISAIA 53