ISAIA 53

Giovanni 21:15

Dopo che ebbero mangiato, Gesù disse a Simon Pietro: «Simone di Giona, mi ami tu più di costoro?». Gli rispose: «Certo Signore, tu lo sai che io ti amo». Gesù gli disse: «Pasci i miei agnelli».

In questo episodio vediamo tutta la profondità del rapporto tra Gesù e Pietro.

Il Signore vuole accertarsi che Pietro comprenda di quale amore è stato amato e di che incredibile seconda possibilità gli sia stata concessa, nonostante il suo averlo rinnegato.

Non puoi apprezzare la divinità di Cristo se prima non comprendi la Sua umanità


Questo creò in Pietro il cortocircuito che lo portò a fuggire lontano da Gesù e dalla croce.


Questo argomento non è mai stato discusso nella mia scuola ebraica negli anni antecedenti alla guerra, in Polonia. Nell'educazione rabbinica che ho ricevuto, il capitolo 53 di Isaia è stato evitato continuamente in favore di altri argomenti più "importanti" da imparare. Eppure, quando lo lessi, la mia mente si riempì di domande.

Rachmiel Frydland

ISAIA 53

1 Chi ha creduto alla nostra predicazione e a chi è stato rivelato il braccio dell'Eterno? 2 Egli è venuto su davanti a lui come un ramoscello, come una radice da un arido suolo. Non aveva figura né bellezza da attirare i nostri sguardi, né apparenza da farcelo desiderare.

Per vivere la pienezza di Cristo nella nostra vita dobbiamo ricercare la:

  • Fede -Chi ha creduto?- = Coraggio di decidere —Immediato

  • Rivelazione del braccio = Protezione, Bontà, Giustizia—Perseveranza

Gesù è la radice che se annaffiata dalla nostra decisione di fede, crescerà miracolosamente nel nostro cuore arido.

ISAIA 53

3 Disprezzato e rigettato dagli uomini, uomo dei dolori, conoscitore della sofferenza, simile a uno davanti al quale ci si nasconde la faccia, era disprezzato, e noi non ne facemmo stima alcuna.

Perché Gesù? (sofferenze subite)

  • Disprezzo

  • Rigetto

  • Dolore

  • Sofferenza

  • Vergogna -Ci si nasconde la faccia

  • Ignorato -Non ne facemmo stima alcuna

Come mi libera da tutto questo?

ISAIA 53

4 Eppure egli portava le nostre malattie e si era caricato dei nostri dolori; noi però lo ritenevamo colpito, percosso da DIO ed umiliato. 5 Ma egli è stato trafitto per le nostre trasgressioni, schiacciato per le nostre iniquità; il castigo per cui abbiamo la pace è su di lui, e per le sue lividure noi siamo stati guariti.

  • Eppure = Grazia

  • Ma = Onnipotenza

Sofferenze caricate si di sé

  • Trasgressioni =Involontarie, senza malizia

  • Iniquità = Volontaria con malvagità

  • Castigo-Ansia

  • *Malattie

Gesù si è caricato e portato via tutto questo e oggi vuole che tu ne sia cosciente.

Apri il tuo cuore e permettigli di togliere questi pesi dal tuo cuore!

LA DECISIONE

ISAIA 53

6 Noi tutti come pecore eravamo erranti, ognuno di noi seguiva la propria via, e l'Eterno ha fatto ricadere su di lui l'iniquità di noi tutti.

Io sarò la pecora del tuo gregge, tu sei la via della mia vita!

NON APERSE BOCCA

ISAIA 53

7 Maltrattato e umiliato, non aperse bocca. Come un agnello condotto al macello, come pecora muta davanti ai suoi tosatori non aperse bocca.

Non è mai esistito un solo istante e un solo motivo che abbia spinto Gesù a rinnegarti e condannarti. Il suo silenzio davanti le giuste accuse contro di noi significa:

Sostituzione: Ci dona la Sua giustizia accollandosi le nostre colpe!


DA COSA CI HA LIBERATI

ISAIA 53

8 Fu portato via dall'oppressione e dal giudizio; e della sua generazione chi riflettè che era strappato dalla terra dei viventi e colpito per le trasgressioni del mio popolo?

  • Oppressione: Mente libera

  • Giudizio: Cuore libero di sperare nel futuro

IL NOSTRO DESTINO

ISAIA 53

9 Gli avevano assegnato la sepoltura con gli empi, ma alla sua morte fu posto col ricco, perché non aveva commesso alcuna violenza e non c'era stato alcun inganno nella sua bocca.


Il nostro destino era l’inferno da empi, ma grazie al Suo sacrifico si sono aperte le ricchezze del cielo!

IL FRUTTO ADESSO

ISAIA 53

10 Ma piacque all'Eterno di percuoterlo, di farlo soffrire. Offrendo la sua vita in sacrificio per il peccato, egli vedrà una progenie, prolungherà i suoi giorni, e la volontà dell'Eterno prospererà nelle sue mani.

  • Nuova nascita

  • Salute

  • Prosperità

GESU’ OGGI E PER SEMPRE

ISAIA 53

12 Perciò gli darò la sua parte fra i grandi, ed egli dividerà il bottino con i potenti, perché ha versato la sua vita fino a morire ed è stato annoverato fra i malfattori; egli ha portato il peccato di molti e ha interceduto per i trasgressori.

  • Ti darà la tua parte -Vocazione

  • Dividerà il bottino -Doni

  • Intercederà per te

CONCLUSIONE

ISAIA 53

11 Egli vedrà il frutto del travaglio della sua anima e ne sarà soddisfatto; per la sua conoscenza, il giusto, il mio servo, renderà giusti molti, perché si caricherà delle loro iniquità.

19 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Dio è buono